Search Share Home Devices Settings


L’importanza della “rete” e della “grandezza dello stagno”…

(c) Lorenzo Barbieri - 06/09/2009

L’altro giorno ho visto questo post stupendo, e mi sono preso un po’ di tempo per leggerlo e rileggerlo con calma…

Già le prime righe mi hanno mostrato “nero su bianco” una serie di idee, di convinzioni che avevo ma su cui non mi ero mai concentrato adeguatamente.

Più ci penso e più sono convinto che prendere un sacco di certificazioni Microsoft “senza barare”, diventare MCT, partecipare alle WPC e ai TechEd (prima come semplice “guest” e poi in maniera attiva), partecipare ai Newsgroup, essere premiato come MVP e entrare in Microsoft faccia parte del desiderio di “ingrandire” la mia rete di conoscenze, sia nel senso di cose che so, sia nel senso di persone che conosco, e di nuotare in “uno stagno sempre più grande”…

Ora penso di essere in uno degli stagni più grandi del mondo, in compagnia di un sacco di pesci “enormi”, dai quali posso solo imparare.

Nell’ultimo periodo può sembrare che la mia “crescita”, la volontà di sapere e condividere, la volontà di fare nuove esperienze, la volontà di “volare più in alto” si sia fermata.

In verità ho consumato molte energie facendo altro, sia a livello personale, sia a livello “lavorativo” in senso lato.

Ho conosciuto molte persone, mi sono dedicato a cose a cui prima non davo importanza, ho cercato di cambiare il modo di pormi nei confronti di persone che prima non avrei mai frequentato, per “incapacità” o per “paura”.

La strada è lunga… anzi… lo stagno è grande… e un “pesce piccolo” (non di certo come dimensioni reali… smile_regular) deve stare attento… ma la voglia di nuotare è tanta…

Ora sono cambiate le unità di misura, gli obiettivi, e anche “il fondale”,  per cui è cambiata anche l’immagine che si vede dal di fuori… ma questo è naturale…

Bene… dopo tutte queste mie parole, spero che vogliate leggere anche il post che mi ha dato il LA:

A friend of mine gave me the following advice … you’re the average of the 10 people you spend time with.  Looking back through my life, I could see how impactful that guideline really is.  I know I’ve grown the most, when I’ve surrounded myself with the best.  Whenever I feel like a big fish in a small pond, I try to change my container.  Partly why I joined Microsoft was to change my container.  Aside from a new adventure, I wanted to be a small guppy in a big ocean and I wanted to be surround myself with people who were better at just about everything.  Trial by fire.

Your Network Enables or Limits You
You can actually think of your network as a container that enables or limits you.  You’re the sum of your network and you are who you hang with.  You end up modeling your friends.  They can grow you, or they can hold you back.  It influences what you think about, how you feel, and what you do.  While you can rise above any challenge, the key is to find as many sources of support and build a firm foundation for your success as possible.

Proven Practices
Here are some key practices I that have served me well:

…CUT…

Leggete il resto alla fonte: You’re the Average of the 10 People You Spend Time With

blog comments powered by Disqus

;